L'oro nero che non si estrae. Immigrati e petrolio in Basilicata. Problemi e risorse



Le migrazioni di massa sono oggi il prodotto di una intricata dinamica capitalistica, politica e locale. L'immigrazione appare da un lato come un processo ineluttabile e inarrestabile, che si candida a stravolgere il profilo delle società occidentali, e dall'altro è studiata come fenomeno dai risvolti locali in una regione immersa nei cambiamenti globali. L'indagine condotta in Basilicata tra le imprese, i lavoratori e il sindacato aiuta a comprendere la portata effettiva, le problematiche e le potenzialità celate nella popolazione straniera residente: un'occasione in più per un'area dall'elevato spopolamento. La chiave è il parallelismo stretto tra le variabili in campo, immigrati e petrolio; risorse umane e naturali di una regione dai piccoli numeri ma esposta ai cambiamenti, nella provocatoria cornice dei costi/opportunità degli uni e dell'altro. Il lavoro, il sindacato ed alcune esperienze personali sono il contesto nel quale è nato questo primo numero dei Quaderni dell'IRES CGIL della Basilicata. Presentazione di Angelo Summa.

  • Titolo:

    L'oro nero che non si estrae. Immigrati e petrolio in Basilicata. Problemi e risorse
  • Prezzo:

    € 12,00
  • Editore:

    Ediesse
    Studi & Ricerche. Quaderni dell'IRES CGIL
  • ISBN

    9788823019904
  • Data Pubblicazione:

    08/10/2015

Commenti