Le lacrime di Mirra. Miti e luoghi dei profumi nel mondo antico



Giuseppe Squillace

Colpevole di amore incestuoso con il padre, la bellissima Mirra viene mutata in albero. Le lacrime che stillano dalla corteccia odorosa sono il profumo che conserva il nome della donna, la mirra. È solo uno dei miti fioriti intorno ai profumi nell'antichità. Destinate agli scopi più diversi, a onorare gli dei o a soddisfare l'olfatto dei re, nel mondo antico le sostanze aromatiche costituivano un aspetto importante della vita quotidiana di sovrani illuminati, imperatori eccentrici, uomini e donne altolocate, ma anche di figure bizzarre, prostitute e parvenu. Tutti erano accomunati dall'uso e dalla passione per gli "aromata", nella forma pura di spezie, o in quella derivata di oli, polveri fragranti e vini aromatici. Sulla scorta delle fonti archeologiche, letterarie ed epigrafiche, il libro ricostruisce l'antica cultura dei profumi, raccontandone la mitologia e le leggende, tracciandone la geografia, studiandone le ricette e le tecniche di produzione.

  • Titolo:

    Le lacrime di Mirra. Miti e luoghi dei profumi nel mondo antico
  • Autore:

    Giuseppe Squillace
  • Prezzo:

    € 22,00
  • Editore:

    Il Mulino
    Saggi
  • ISBN

    9788815254412
  • Data Pubblicazione:

    12/03/2015

Commenti