Un Caffè in compagnia

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
Loading ...


Prefazione di Pierluigi Battista

E' il concetto di ragione cui l'esperienza cristiana induce e che l'esperienza cristiana protegge. Vale a dire la ragione come coscienza della realtà, come finestra su un paesaggio che non ho mai finito di esplorare. L'opposto della ragione-misura-di-tutte-le-cose che chiude tutto in una prigione.

L'interrogarsi e persino l'arrovellarsi allarmato e vigile sul senso finale della presenza cristiana nel mondo, la percezione acuta di un "disastro" in agguato, la sensazione di un vanificarsi e addirittura di un perdersi del cristianesimo nelle spire di un'apocalittica "distruzione" dei significati della "fede sulla Terra", tutto questo conferisce al pensiero di Giussani un carattere determinato, combattivo, fortemente sicuro del proprio agire e delle proprie ragioni, persino un tono "militante", destinato a trasfondersi nell'organizzazione di cui è stato artefice e che soltanto la pigrizia intellettuale e la stanca corrività del "commento" giornalistico e culturale ufficiale è riuscito a bollare come "integralista". [...] Anche a me, come a Farina, è capitato di intervistare don Giussani in aeroporto. [---] Mi colpì, e mi commosse quasi, la sua forza di andare all'essenza delle cose, al nocciolo incandescente delle questioni, pur in quel trambusto rumoroso e vano. Di cogliere, insomma, il nucleo importante delle parole, il cuore del cristianesimo che rende la fede nell'incarnazione di Dio che si fa uomo e poi muore e poi risorge qualcosa di qualitativamente diverso da ciò che un povero miscredente come me constatava frequentando tiepidi cristiani, adusi piuttosto a considerare il cristianesimo e la Chiesa come "agenzie morali" tra le altre. [...] Ascoltare parole "vere", non meditate, non edulcorate, non annacquate attorno al senso stesso del cristianesimo è un'esperienza che augurerei a tutti, miscredenti compresi, purchè non accecati dal loro fanatismo laicista.
Ringrazio la Provvidenza per quell'eccezionale spuntino nel ristorante dell'aeroporto. Da quel giorno ho cercato di non perdermi nemmeno un rigo degli scritti di don Giussani e questa raccolta di interviste mi permette finalmente di colmare molte lacune.
(Dalla Prefazione di Pierluigi Battista)

Prefazione di Pierluigi Battista

E' il concetto di ragione cui l'esperienza cristiana induce e che l'esperienza cristiana protegge. Vale a dire la ragione come coscienza della realtà, come finestra su un paesaggio che non ho mai finito di esplorare. L'opposto della ragione-misura-di-tutte-le-cose che chiude tutto in una prigione.

L'interrogarsi e persino l'arrovellarsi allarmato e vigile sul senso finale della presenza cristiana nel mondo, la percezione acuta di un "disastro" in agguato, la sensazione di un vanificarsi e addirittura di un perdersi del cristianesimo nelle spire di un'apocalittica "distruzione" dei significati della "fede sulla Terra", tutto questo conferisce al pensiero di Giussani un carattere determinato, combattivo, fortemente sicuro del proprio agire e delle proprie ragioni, persino un tono "militante", destinato a trasfondersi nell'organizzazione di cui è stato artefice e che soltanto la pigrizia intellettuale e la stanca corrività del "commento" giornalistico e culturale ufficiale è riuscito a bollare come "integralista". [...] Anche a me, come a Farina, è capitato di intervistare don Giussani in aeroporto. [---] Mi colpì, e mi commosse quasi, la sua forza di andare all'essenza delle cose, al nocciolo incandescente delle questioni, pur in quel trambusto rumoroso e vano. Di cogliere, insomma, il nucleo importante delle parole, il cuore del cristianesimo che rende la fede nell'incarnazione di Dio che si fa uomo e poi muore e poi risorge qualcosa di qualitativamente diverso da ciò che un povero miscredente come me constatava frequentando tiepidi cristiani, adusi piuttosto a considerare il cristianesimo e la Chiesa come "agenzie morali" tra le altre. [...] Ascoltare parole "vere", non meditate, non edulcorate, non annacquate attorno al senso stesso del cristianesimo è un'esperienza che augurerei a tutti, miscredenti compresi, purchè non accecati dal loro fanatismo laicista.
Ringrazio la Provvidenza per quell'eccezionale spuntino nel ristorante dell'aeroporto. Da quel giorno ho cercato di non perdermi nemmeno un rigo degli scritti di don Giussani e questa raccolta di interviste mi permette finalmente di colmare molte lacune.
(Dalla Prefazione di Pierluigi Battista)

Commenti

Autore


  • Luigi Giussani

    (1922-2005) compie i suoi studi presso la Facoltà Teologica di Venegono, nella quale insegna per alcuni anni. Dal 1954 lascia l’insegnamento in seminario per quello nelle scuole superiori. Dal 1964 [...]


Caratteristiche


    • Marchio: Rizzoli
    • Collana: SAGGI
    • Prezzo: 14.00 €
    • Pagine: 192
    • Formato libro: 18 x 13
    • Tipologia: CARTONATO
    • Data di uscita:
    • ISBN carta: 9788817004602

Loading...
corner-top

Dai una tua valutazione

Ti fa sentire:

Condividi su Facebook la tua valutazione

Questo libro mi fa sentire

Lo voglio leggere

Il caso di Harry Quebert

Joel Dicker



Loading...