Tutte le opere filosofiche

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
Loading ...


“La vera scienza, se ve ne fosse una, sarebbe libera e generata da una libera mente che, se non percepisce da sé la cosa stessa, non la percepirà certo costretta da qualsivoglia dimostrazione”.

Si presentano qui per la prima volta in Italia le traduzioni corredate dei testi a fronte e commentate del Quod Nihil scitur e delle Opere filosofiche di Francisco Sanchez (1551-1623), medico con una viva propensione per la filosofia che, sulla scorta di Galeno, pensava inseparabile dalla medicina. L’esperienza della sofferenza umana cui Sanchez si scontrava nell’esercizio della sua professione e l’impotenza di alleviarla sulla base della scienza tradizionale lo hanno portato a delegittimare ancor più meticolosamente di Pietro Ramo l’epistemologia che la sorreggeva e a porsi alla ricerca di una nuova scienza che non verbalmente, ma concretamente, potesse incidere effettivamente nella realtà. Le Opere filosofiche, raramente studiate e tradotte anche in Europa, appaiono fondamentali a che il lettore acquisisca l’immagine di Francisco Sanchez come uno degli autori che meglio ha rappresentato il momento di transizione dal Rinascimento alla Scienza moderna. In esse sono riuniti i testi che a partire dalla critica alle concezioni astrologiche e meteorologiche della scolastica e delle filosofie rinascimentali proposta nel Carmen de cometa (1578) giungono fino agli scritti derivati dall’insegnamento filosofico universitario (1585-1612) ove, nel commentare i parva naturalia, la critica di Sanchez coinvolge i saperi legati alla fisiognomica (Physiognomicon), alla divinazione e all’onirocritica (De divinatione per somnum) per trovare un esito “empirico” nei saperi e nelle pratiche mediche (De longitudine et brevitate vitae).

“La vera scienza, se ve ne fosse una, sarebbe libera e generata da una libera mente che, se non percepisce da sé la cosa stessa, non la percepirà certo costretta da qualsivoglia dimostrazione”.

Si presentano qui per la prima volta in Italia le traduzioni corredate dei testi a fronte e commentate del Quod Nihil scitur e delle Opere filosofiche di Francisco Sanchez (1551-1623), medico con una viva propensione per la filosofia che, sulla scorta di Galeno, pensava inseparabile dalla medicina. L’esperienza della sofferenza umana cui Sanchez si scontrava nell’esercizio della sua professione e l’impotenza di alleviarla sulla base della scienza tradizionale lo hanno portato a delegittimare ancor più meticolosamente di Pietro Ramo l’epistemologia che la sorreggeva e a porsi alla ricerca di una nuova scienza che non verbalmente, ma concretamente, potesse incidere effettivamente nella realtà. Le Opere filosofiche, raramente studiate e tradotte anche in Europa, appaiono fondamentali a che il lettore acquisisca l’immagine di Francisco Sanchez come uno degli autori che meglio ha rappresentato il momento di transizione dal Rinascimento alla Scienza moderna. In esse sono riuniti i testi che a partire dalla critica alle concezioni astrologiche e meteorologiche della scolastica e delle filosofie rinascimentali proposta nel Carmen de cometa (1578) giungono fino agli scritti derivati dall’insegnamento filosofico universitario (1585-1612) ove, nel commentare i parva naturalia, la critica di Sanchez coinvolge i saperi legati alla fisiognomica (Physiognomicon), alla divinazione e all’onirocritica (De divinatione per somnum) per trovare un esito “empirico” nei saperi e nelle pratiche mediche (De longitudine et brevitate vitae).

Commenti

Caratteristiche


    • Marchio: Bompiani
    • Genere e argomento: Filosofia
    • Collana: IL PENSIERO OCCIDENTALE
    • Prezzo: 30.00 €
    • Pagine: 960
    • Formato libro: 21 x 15
    • Tipologia: CARTONATO
    • Data di uscita:
    • ISBN carta: 9788845267246

Loading...
corner-top

Dai una tua valutazione

Ti fa sentire:

Condividi su Facebook la tua valutazione

Questo libro mi fa sentire

Lo voglio leggere

Il caso di Harry Quebert

Joel Dicker



Loading...