Presenza e immortalità

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
Loading ...


Testo francese a fronte

Leggere Presenza e immortalità significa immergersi nelle riflessioni di Gabriel Marcel che hanno al centro il mito di Orfeo ed Euridice, vissuto come ricerca indefessa di una presenza perduta. Le pagine del diario scritto durante la Seconda guerra mondiale e quelle dei saggi che lo accompagnano rendono il lettore un viandante che attraversa un mondo straziato, esposto alla tentazione della diserzione e della disperazione assoluta, un mondo svuotato di senso, avvolto dal buio e dalla minaccia della morte. Proprio nella notte, però, l’anima tenta un faticoso percorso verso il chiarore dell’aurora. La filosofia di Marcel non è un pensiero dell’io che costruisce attorno a sé un sistema autoreferenziale, ma è aperta radicalmente all’alterità: essa è per essenza polifonica, come sottolinea il filosofo. La polifonia, connettore del pensiero di Marcel con il teatro e con la musica, designa l’attestazione concreta e drammatica dell’alterità plurale, degli altri, del mio corpo, di me a me stesso. E proprio quest’opera è uno sforzo teso ad affermare che l’io è originato da un noi plurale che sta al suo centro come un appello continuo e una fonte inesauribile di irradiazioni ontologiche e intersoggettive. Maria Pastrello, laureata in Filosofia presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia, ha conseguito nel 2001 il Dottorato di ricerca presso l’Università Sorbona di Parigi, discutendo una tesi sul problema del male dopo Auschwitz. I suoi interessi sono diretti a temi di etica nel pensiero contemporaneo, in particolare al male e alla responsabilità, sui quali ha pubblicato saggi e volumi. Tra i volumi tradotti: E. Lévinas, G. Marcel, P. Ricœur. Il pensiero dell’altro (1999), G. Marcel, Tu non morirai (2006) e E. Levinas, Etica e infinito (2008). Membro di varie associazioni, insegna Filosofia e Storia nei Licei. Andrea Serra (Torino, 1975) si è laureato in Filosofia della Religione e ha conseguito il Dottorato di Ricerca in Ermeneutica Filosofica. Attualmente è Assegnista di Ricerca presso il Dipartimento di Filosofia dell’Università di Torino. Ha pubblicato diversi articoli su riviste scientifiche e alcuni volumi tra cui: Esistenza e dialogo. Gabriel Marcel e la filosofia italiana, (Torino 2005) e La dialogia orfica di Gabriel Marcel. Per una saggezza neosocratica (Milano 2010).

Testo francese a fronte

Leggere Presenza e immortalità significa immergersi nelle riflessioni di Gabriel Marcel che hanno al centro il mito di Orfeo ed Euridice, vissuto come ricerca indefessa di una presenza perduta. Le pagine del diario scritto durante la Seconda guerra mondiale e quelle dei saggi che lo accompagnano rendono il lettore un viandante che attraversa un mondo straziato, esposto alla tentazione della diserzione e della disperazione assoluta, un mondo svuotato di senso, avvolto dal buio e dalla minaccia della morte. Proprio nella notte, però, l’anima tenta un faticoso percorso verso il chiarore dell’aurora. La filosofia di Marcel non è un pensiero dell’io che costruisce attorno a sé un sistema autoreferenziale, ma è aperta radicalmente all’alterità: essa è per essenza polifonica, come sottolinea il filosofo. La polifonia, connettore del pensiero di Marcel con il teatro e con la musica, designa l’attestazione concreta e drammatica dell’alterità plurale, degli altri, del mio corpo, di me a me stesso. E proprio quest’opera è uno sforzo teso ad affermare che l’io è originato da un noi plurale che sta al suo centro come un appello continuo e una fonte inesauribile di irradiazioni ontologiche e intersoggettive. Maria Pastrello, laureata in Filosofia presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia, ha conseguito nel 2001 il Dottorato di ricerca presso l’Università Sorbona di Parigi, discutendo una tesi sul problema del male dopo Auschwitz. I suoi interessi sono diretti a temi di etica nel pensiero contemporaneo, in particolare al male e alla responsabilità, sui quali ha pubblicato saggi e volumi. Tra i volumi tradotti: E. Lévinas, G. Marcel, P. Ricœur. Il pensiero dell’altro (1999), G. Marcel, Tu non morirai (2006) e E. Levinas, Etica e infinito (2008). Membro di varie associazioni, insegna Filosofia e Storia nei Licei. Andrea Serra (Torino, 1975) si è laureato in Filosofia della Religione e ha conseguito il Dottorato di Ricerca in Ermeneutica Filosofica. Attualmente è Assegnista di Ricerca presso il Dipartimento di Filosofia dell’Università di Torino. Ha pubblicato diversi articoli su riviste scientifiche e alcuni volumi tra cui: Esistenza e dialogo. Gabriel Marcel e la filosofia italiana, (Torino 2005) e La dialogia orfica di Gabriel Marcel. Per una saggezza neosocratica (Milano 2010).

Commenti

Caratteristiche


    • Marchio: Bompiani
    • Genere e argomento: Filosofia
    • Collana: TESTI A FRONTE
    • Prezzo: 22.00 €
    • Pagine: 560
    • Formato libro: 20 x 12
    • Tipologia: CARTONATO
    • Data di uscita:
    • ISBN carta: 9788845268311
    • ISBN E-book: 9788858761861

Loading...
corner-top

Dai una tua valutazione

Ti fa sentire:

Condividi su Facebook la tua valutazione

Questo libro mi fa sentire

Lo voglio leggere

Il caso di Harry Quebert

Joel Dicker



Loading...