La Sposa irlandese

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
Loading ...


È un libro così bello che continuo a interrompere la lettura per assaporare meglio una certa descrizione, o la perfezione di qualche frase, e rimandare il brutto momento in cui sarò arrivata all’ultima pagina.

Katherine Powers
Boston Sunday Globe

Sette racconti, una sola protagonista: l’Irlanda, evocata senza sosta da Maeve Brennan e dalle sue anti-eroine fragili e tiranniche, soffocate dal loro ruolo nel mondo o raggelate dalla nostalgia di una casa abbandonata troppo in fretta. Donne come Margaret, emigrata in America con fantasie di rivalsa ma presto avviluppata da un esilio che spegne la sua capacità di desiderare. Come Mary Lambert, bottegaia zoppa che affronta la vita come una trincea mentre si strugge per un impossibile paradiso: il roseto della Holy Passion. Come Rose, che sotto la maschera inacidita di moglie piccolo borghese nasconde le ferite di una bambina non abbastanza amata.
Amore, bellezza, generosità sono luci distanti che gettano un chiarore evanescente sul mondo della Brennan. Suggeriscono una promessa di armonia che, se non è per tutti, offre a chi non smette di sperare almeno il sogno della felicità. In questi racconti, pervasi di nostalgia e desiderio, tornano le atmosfere della Visitatrice e del Principio dell’amore, che hanno reso Maeve Brennan una scrittrice amata da moltissimi lettori.

“Come e perché queste storie siano finite nell’oblio è un rompicapo. Ma ciò che conta è che ci siano state restituite, più vere e incantevoli che mai.”
— Mavis Gallant

È un libro così bello che continuo a interrompere la lettura per assaporare meglio una certa descrizione, o la perfezione di qualche frase, e rimandare il brutto momento in cui sarò arrivata all’ultima pagina.

Katherine Powers
Boston Sunday Globe

Sette racconti, una sola protagonista: l’Irlanda, evocata senza sosta da Maeve Brennan e dalle sue anti-eroine fragili e tiranniche, soffocate dal loro ruolo nel mondo o raggelate dalla nostalgia di una casa abbandonata troppo in fretta. Donne come Margaret, emigrata in America con fantasie di rivalsa ma presto avviluppata da un esilio che spegne la sua capacità di desiderare. Come Mary Lambert, bottegaia zoppa che affronta la vita come una trincea mentre si strugge per un impossibile paradiso: il roseto della Holy Passion. Come Rose, che sotto la maschera inacidita di moglie piccolo borghese nasconde le ferite di una bambina non abbastanza amata.
Amore, bellezza, generosità sono luci distanti che gettano un chiarore evanescente sul mondo della Brennan. Suggeriscono una promessa di armonia che, se non è per tutti, offre a chi non smette di sperare almeno il sogno della felicità. In questi racconti, pervasi di nostalgia e desiderio, tornano le atmosfere della Visitatrice e del Principio dell’amore, che hanno reso Maeve Brennan una scrittrice amata da moltissimi lettori.

“Come e perché queste storie siano finite nell’oblio è un rompicapo. Ma ciò che conta è che ci siano state restituite, più vere e incantevoli che mai.”
— Mavis Gallant

Commenti

Autore


  • Maeve Brennan

    Maeve Brennan (1917-1993), dublinese, ha vissuto negli Stati Uniti fin dall’adolescenza. Bellissima e inquieta, ha curato a lungo la rubrica Talk of the Town del “New Yorker”, dove ha pubblicato [...]


Caratteristiche


    • Marchio: Bur
    • Genere e argomento: Narrativa moderna e contemporanea
    • Collana: CONTEMPORANEA
    • Prezzo: 9.00 €
    • Pagine: 160
    • Data di uscita:
    • ISBN carta: 9788817053655

Loading...
corner-top

Dai una tua valutazione

Ti fa sentire:

Condividi su Facebook la tua valutazione

Questo libro mi fa sentire

Lo voglio leggere

Il caso di Harry Quebert

Joel Dicker



Loading...