La Speranza di pure rivederti

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
Loading ...


Irma ed Eugenio. Clizia e Montale. Si incontrano e scocca la scintilla. La distanza, la guerra e soprattutto un’altra donna, la Mosca, faranno però sfumare tutto. Quasi mezzo secolo più tardi la musa e il poeta stanno per incontrarsi un’ultima volta ma una telefonata mette la parola fine a una delle storie d’amore e di poesia più intense del XX secolo. In un passo del suo diario, in data 8 marzo 1938, Irma Brandeis annota: «Non c’è nulla che mi induca a pensare che E.M. verrà – piuttosto tutto mi convince che non lo farà. È arrivata una lettera da lei – bassa, minacciosa, svilente. Quando l’ho letta, ho capito che tutto questo l’avrebbe seguito dappertutto, in qualsiasi luogo, e che se fosse venuto, mi sarei ritrovata a doverlo proteggere da tutto questo». Già: lei, lui e l’altra che si pone come un ostacolo insormontabile e fa naufragare tutto. E difatti Montale – scaduto l’ultimatum di sei mesi (ottobre ’38-marzo ’39) impostogli dalla musa americana – non trova il coraggio di mettere fine alla relazione con la Mosca e seguire Clizia negli Stati Uniti. In questo saggio, impreziosito da documenti inediti, Sonzogni ricostruisce le vicende che riavvicinano Eugenio Montale a Irma Brandeis negli ultimi mesi di vita del poeta. Ma la speranza di pure rivedere la sua musa, affidata a uno dei mottetti più belli, resterà tale.

Irma ed Eugenio. Clizia e Montale. Si incontrano e scocca la scintilla. La distanza, la guerra e soprattutto un’altra donna, la Mosca, faranno però sfumare tutto. Quasi mezzo secolo più tardi la musa e il poeta stanno per incontrarsi un’ultima volta ma una telefonata mette la parola fine a una delle storie d’amore e di poesia più intense del XX secolo. In un passo del suo diario, in data 8 marzo 1938, Irma Brandeis annota: «Non c’è nulla che mi induca a pensare che E.M. verrà – piuttosto tutto mi convince che non lo farà. È arrivata una lettera da lei – bassa, minacciosa, svilente. Quando l’ho letta, ho capito che tutto questo l’avrebbe seguito dappertutto, in qualsiasi luogo, e che se fosse venuto, mi sarei ritrovata a doverlo proteggere da tutto questo». Già: lei, lui e l’altra che si pone come un ostacolo insormontabile e fa naufragare tutto. E difatti Montale – scaduto l’ultimatum di sei mesi (ottobre ’38-marzo ’39) impostogli dalla musa americana – non trova il coraggio di mettere fine alla relazione con la Mosca e seguire Clizia negli Stati Uniti. In questo saggio, impreziosito da documenti inediti, Sonzogni ricostruisce le vicende che riavvicinano Eugenio Montale a Irma Brandeis negli ultimi mesi di vita del poeta. Ma la speranza di pure rivedere la sua musa, affidata a uno dei mottetti più belli, resterà tale.

Commenti

Autore


  • Marco Sonzogni

    Marco Sonzogni è docente di lingua e letteratura italiana alla Victoria University of Wellington e direttore del New Zealand Centre for Literary Translation. Ha dedicato diversi saggi e un’antologi [...]


Caratteristiche


    • Marchio: Archinto
    • Genere e argomento: Amore
    • Collana: ARCHINTO
    • Prezzo: 12.00 €
    • Pagine: 96
    • Formato libro: 18 x 11
    • Tipologia: BROSSURA
    • Data di uscita:
    • ISBN carta: 9788877686336

Loading...
corner-top

Dai una tua valutazione

Ti fa sentire:

Condividi su Facebook la tua valutazione

Questo libro mi fa sentire

Lo voglio leggere

Il caso di Harry Quebert

Joel Dicker



Loading...