La Responsabilità dello scrittore

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
Loading ...


La responsabilità dello scrittore, il testo sinora inedito in italiano della conferenza tenuta a Parigi nel 1946 in occasione della prima riunione dell’Unesco, illustra, nei termini chiari e incisivi propri di una comunicazione orale, la svolta profonda compiuta da Sartre nel giro di pochi anni: dalla concezione dell’esistenza come contingenza, e dunque come problema individuale, alla maturazione di una filosofia che si propone di tenere insieme il punto fermo dell’irriducibilità di ogni singola esistenza e una incandescente tensione sociale. Ricostituendo il legame con una tradizione tipicamente francese che tocca l’apice con Zola, nella Responsabilità dello scrittore Sartre delinea quella che sarà la nota teoria dell’engagement dell’intellettuale. Sin dal momento in cui decide di mettersi davanti al foglio bianco, lo scrittore è costretto a compiere una scelta e, in un mondo in cui la comunicazione va assumendo una dimensione planetaria, non ha più nemmeno l’alibi dell’ignoranza: tacere un’ingiustizia significa rendersene complici. La responsabilità dello scrittore serba intatta a più di sessant’anni dalla stesura la propria freschezza comunicativa ed è in grado di trasmettere ancor oggi al lettore la genuina passione culturale e sociale che animava l’autore.

La responsabilità dello scrittore, il testo sinora inedito in italiano della conferenza tenuta a Parigi nel 1946 in occasione della prima riunione dell’Unesco, illustra, nei termini chiari e incisivi propri di una comunicazione orale, la svolta profonda compiuta da Sartre nel giro di pochi anni: dalla concezione dell’esistenza come contingenza, e dunque come problema individuale, alla maturazione di una filosofia che si propone di tenere insieme il punto fermo dell’irriducibilità di ogni singola esistenza e una incandescente tensione sociale. Ricostituendo il legame con una tradizione tipicamente francese che tocca l’apice con Zola, nella Responsabilità dello scrittore Sartre delinea quella che sarà la nota teoria dell’engagement dell’intellettuale. Sin dal momento in cui decide di mettersi davanti al foglio bianco, lo scrittore è costretto a compiere una scelta e, in un mondo in cui la comunicazione va assumendo una dimensione planetaria, non ha più nemmeno l’alibi dell’ignoranza: tacere un’ingiustizia significa rendersene complici. La responsabilità dello scrittore serba intatta a più di sessant’anni dalla stesura la propria freschezza comunicativa ed è in grado di trasmettere ancor oggi al lettore la genuina passione culturale e sociale che animava l’autore.

Commenti

Autore


  • Jean-Paul Sartre

    Jean-Paul Sartre (Parigi 1905-1980), romanziere, drammaturgo e filosofo francese, è stato fra i pensatori più significativi del Novecento. Della sua vasta produzione filosofico- letteraria ricordiam [...]


Caratteristiche


    • Marchio: Archinto
    • Collana: ARCHINTO
    • Prezzo: 10.00 €
    • Pagine: 64
    • Formato libro: 18 x 12
    • Tipologia: BROSSURA
    • Data di uscita:
    • ISBN carta: 9788877686008

Loading...
corner-top

Dai una tua valutazione

Ti fa sentire:

Condividi su Facebook la tua valutazione

Questo libro mi fa sentire

Lo voglio leggere

Il caso di Harry Quebert

Joel Dicker



Loading...