La potenza dell’errare

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
Loading ...


Sulla storia dell’Occidente

<p>Il grande filosofo Emanuele Severino prende in esame uno dei temi fondamentali dellla nostra societ&agrave;, il nichilismo, e si interroga su concetti chiave come quelli di &ldquo;errore&rdquo; e &ldquo;verit&agrave;&rdquo; attraverso l'arte, la letteratura, la religione, l'economia.</p>

“Quando si parla di ‘nichilismo’ si intende per lo più il crollo dei valori tradizionali. Inoltre, solitamente, il nichilismo è una crisi soltanto descritta, ossia è presentato come un fatto che accade, ma che sarebbe potuto o potrebbe non accadere.” In un saggio che prende in esame uno dei temi fondamentali della nostra epoca, il nichilismo, il grande filosofo Emanuele Severino si interroga su concetti chiave come quelli di “errore” e “verità” e fa emergere le cause profonde che hanno provocato l’odierna resa al nulla: da Dante e Leopardi fino allo stato-azienda e ai governi tecnici, la riflessione di Severino passa in rassegna arte, letteratura, religione, politica, diritto, economia e svela il meccanismo oscuro che culmina nel rovesciamento del mezzo in scopo. Il risultato è un’analisi che porta allo scoperto come lo “scambio delle parti” derivi dall’origine di ogni alienazione del destino della verità e che dimostra - con nuovi scorci e riferimenti - come “la malattia nascosta (il culmine dell’errare) sia la persuasione che le cose siano nulla, e il viverle come un nulla”.

Sulla storia dell’Occidente

<p>Il grande filosofo Emanuele Severino prende in esame uno dei temi fondamentali dellla nostra societ&agrave;, il nichilismo, e si interroga su concetti chiave come quelli di &ldquo;errore&rdquo; e &ldquo;verit&agrave;&rdquo; attraverso l'arte, la letteratura, la religione, l'economia.</p>

“Quando si parla di ‘nichilismo’ si intende per lo più il crollo dei valori tradizionali. Inoltre, solitamente, il nichilismo è una crisi soltanto descritta, ossia è presentato come un fatto che accade, ma che sarebbe potuto o potrebbe non accadere.” In un saggio che prende in esame uno dei temi fondamentali della nostra epoca, il nichilismo, il grande filosofo Emanuele Severino si interroga su concetti chiave come quelli di “errore” e “verità” e fa emergere le cause profonde che hanno provocato l’odierna resa al nulla: da Dante e Leopardi fino allo stato-azienda e ai governi tecnici, la riflessione di Severino passa in rassegna arte, letteratura, religione, politica, diritto, economia e svela il meccanismo oscuro che culmina nel rovesciamento del mezzo in scopo. Il risultato è un’analisi che porta allo scoperto come lo “scambio delle parti” derivi dall’origine di ogni alienazione del destino della verità e che dimostra - con nuovi scorci e riferimenti - come “la malattia nascosta (il culmine dell’errare) sia la persuasione che le cose siano nulla, e il viverle come un nulla”.

Commenti

Autore


  • Emanuele Severino

    , accademico dei Lincei, è autore di opere fondamentali tradotte in varie lingue. Scrive regolarmente sul “Corriere della Sera”. Tra i suoi ultimi libri pubblicati da Rizzoli ricordiamo l’autob [...]


Caratteristiche


    • Marchio: Bur
    • Genere e argomento: Filosofia
    • Collana: SAGGI
    • Prezzo: 11.50 €
    • Pagine: 360
    • Formato libro: 20 x 13
    • Tipologia: BROSSURA
    • Data di uscita:
    • ISBN carta: 9788817078481
    • ISBN E-book: 9788858675335

Loading...
corner-top

Dai una tua valutazione

Ti fa sentire:

Condividi su Facebook la tua valutazione

Questo libro mi fa sentire

Lo voglio leggere

Il caso di Harry Quebert

Joel Dicker



Loading...