LA LADRA DI VESTITI

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
Loading ...


Era un quadrato di seta, il primo foulard uscito dalla nuova fabbrica di Hermès a Lione. E, come aveva sperato, il Jeu des omnibus et dames blanches di Monsieur Hermès adornava la scintillante vetrina al numero 24 di Rue du Faubourg Saint-Honoré. Ma Alix doveva guardarlo meglio, guardarlo da vicino. Almeno quello non era un crimine, voler vedere qualcosa di nuovo e di bello.

Parigi, 1937. Cresciuta senza mezzi e senza genitori, Alix ha la passione della haute couture, una rara capacità sartoriale, maestria nel disegnare modelli e il dono innato dell’eleganza assoluta e istintiva. Ma mentre sogna di aprire un suo atelier e di diventare la nuova Coco Chanel, per mantenere la nonna è costretta a copiare ciò che invece vorrebbe creare. Ed è grazie alla sua capacità di osservare un abito, memorizzare ogni particolare e riprodurne un fedele bozzetto, che il giovane e intraprendente Paul la recluta per un lavoro molto rischioso: trafugare per i grandi magazzini di New York l’intera collezione primavera-estate della rinomata maison Javier, dalla quale riesce a farsi assumere. Alix sa che cedere a questo doppio gioco potrebbe compromettere la sua carriera, ma non ha altra scelta. Quando però il richiamo della coscienza – e quello del grande amore – comincia a farsi sentire, se davvero vorrà realizzare i propri sogni sarà costretta a rimettere in discussione tutta la sua vita. Nel suo delizioso romanzo d’esordio, Natalie Meg Evans intesse desiderio e inganno, ambizione e amore, col filo dorato di uno stile coinvolgente, delineando le luci e le ombre del seducente mondo della moda sullo sfondo di una Parigi più romantica e tormentata che mai.

Era un quadrato di seta, il primo foulard uscito dalla nuova fabbrica di Hermès a Lione. E, come aveva sperato, il Jeu des omnibus et dames blanches di Monsieur Hermès adornava la scintillante vetrina al numero 24 di Rue du Faubourg Saint-Honoré. Ma Alix doveva guardarlo meglio, guardarlo da vicino. Almeno quello non era un crimine, voler vedere qualcosa di nuovo e di bello.

Parigi, 1937. Cresciuta senza mezzi e senza genitori, Alix ha la passione della haute couture, una rara capacità sartoriale, maestria nel disegnare modelli e il dono innato dell’eleganza assoluta e istintiva. Ma mentre sogna di aprire un suo atelier e di diventare la nuova Coco Chanel, per mantenere la nonna è costretta a copiare ciò che invece vorrebbe creare. Ed è grazie alla sua capacità di osservare un abito, memorizzare ogni particolare e riprodurne un fedele bozzetto, che il giovane e intraprendente Paul la recluta per un lavoro molto rischioso: trafugare per i grandi magazzini di New York l’intera collezione primavera-estate della rinomata maison Javier, dalla quale riesce a farsi assumere. Alix sa che cedere a questo doppio gioco potrebbe compromettere la sua carriera, ma non ha altra scelta. Quando però il richiamo della coscienza – e quello del grande amore – comincia a farsi sentire, se davvero vorrà realizzare i propri sogni sarà costretta a rimettere in discussione tutta la sua vita. Nel suo delizioso romanzo d’esordio, Natalie Meg Evans intesse desiderio e inganno, ambizione e amore, col filo dorato di uno stile coinvolgente, delineando le luci e le ombre del seducente mondo della moda sullo sfondo di una Parigi più romantica e tormentata che mai.

Commenti

Autore


  • Natalie Meg Evans

    Natalie Meg Evans è inglese e appassionata di moda. "La ladra di vestiti" è il suo primo romanzo.


Caratteristiche


    • Marchio: Rizzoli
    • Genere e argomento: Narrativa moderna e contemporanea
    • Collana: NARRATIVA STRANIERA
    • Prezzo: 17.00 €
    • Pagine: 558
    • Formato libro: 21 x 14
    • Tipologia: CARTONATO
    • Data di uscita:
    • ISBN carta: 9788817074339
    • ISBN E-book: 9788858673621

Loading...
corner-top

Dai una tua valutazione

Ti fa sentire:

Condividi su Facebook la tua valutazione

Questo libro mi fa sentire

Lo voglio leggere

Il caso di Harry Quebert

Joel Dicker



Loading...