Rizzoli Libri

Icona Login Accedi

Il manoscritto

Stephen Greenblatt

Bur

Come la riscoperta di un libro perduto cambiò la storia della cultura europea

Nel 1417, in un’epoca in cui per impadronirsi di un testo antico si poteva rubare o uccidere, l’umanista Poggio Bracciolini scoprì l’unica copia sopravvissuta del poema filosofico di Lucrezio, il De rerum natura: riemersa da secoli di oblio, l’opera ebbe un impatto rivoluzionario sulla cultura europea e influenzò le creazioni di artisti e pensatori come Leonardo e Botticelli, Galileo e Giordano Bruno, Shakespeare e Montaigne. Con il passo e la felicità del narratore, Stephen Greenblatt – scrittore e docente ad Harvard che con questo libro ha vinto il premio Pulitzer 2012 – racconta perché il poema, con le sue idee profondamente innovative sull’universo, gli atomi e gli dei, determinò una trasformazione decisiva nell’etica, nella politica e nella filosofia rinascimentali. E sullo sfondo di lotte di potere, papi imprigionati ed eretici messi al rogo, ricostruisce una vicenda esemplare per risalire all’origine delle idee che hanno modellato il mondo contemporaneo.

Libri Correlati

vedi tutti