Il manager al buio

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
Loading ...

,

L?arte è sempre stata interprete profonda della realtà. E oggi la forma di espressione artistica per eccellenza, quella più moderna, diffusa e amata, è il cinema. In questo volume, Gianni Canova, uno dei più famosi e rispettati critici cinematografici italiani, e Severino Salvemini, docente di economia alla Bocconi, uniscono le loro competenze per dialogare sui principali e più recenti film sul mondo del lavoro, dell?economia e delle organizzazioni, facendone una metafora per illuminare i problemi e le contraddizioni della società. Il testo raccoglie un?ottantina di dialoghi su altrettanti film, distinguendoli in  imprescindibili (quasi obbligati per il manager e l?economista cinefilo); indispensabili (da vedere per raccogliere stimoli innovativi) e laterali (per i veri curiosi e appassionati). Dalla relazione tra carriera e sentimenti in Cuore sacro di Ferzan Ozpetek alla speranza e visionarietà de La fabbrica di cioccolato di Tim Burton; dai personaggi ambigui e affascinanti del Cacciatore di teste di Costa Gravas al mondo che crolla assieme al lavoro in Giorni e nuvole di Silvio Soldini; dalla spietata crudezza di Gomorra alla frivolezza della moda in Il diavolo veste Prada, fino a opere più recenti ed emblematiche, come la ricostruzione romanzata del crack Parmalat de Il gioiellino, il libro fornisce una chiave di lettura chiara e originale sulle problematiche e le risorse della realtà economica che ci circonda e ci riguarda. Gli autori: Gianni Canova, uno dei più importanti critici cinematografici italiani, è professore ordinario di Storia del cinema nonché preside della Facoltà di Comunicazione, Relazioni pubbliche e Pubblicità presso la Libera Università IULM di Milano. Fondatore del mensile Duel (ora Duellanti), è stato critico cinematografico per la Repubblica, il manifesto, Sette del Corriere della Sera e la Voce di Indro Montanelli. Attualmente è autore e conduttore del programma Il Cinemaniaco su Sky Cinema e titolare della rubrica di cinema su ?Saturno?, inserto culturale de Il Fatto. Autore di numerosi saggi e curatore di grandi mostre multimediali, nel 2010 ha pubblicato il suo primo romanzo (Palpebre, Garzanti) e un saggio sul cinema italiano contemporaneo (Cinemania. 10 anni 10 film: il cinema italiano degli anni zero, Marsilio). Severino Salvemini, economista, è professore di Organizzazione aziendale alla Università Bocconi di Milano. È stato prorettore della Bocconi e presidente della Scuola di Direzione Aziendale dello stesso ateneo. Si occupa di industrie creative e di managerialità nei settori dell?arte e della cultura. Presidente di Telecom Italia Media, è nel consiglio di amministrazione di Lottomatica e Mediacontech e nel Consiglio Scientifico della Triennale di Milano e di Hangar Bicocca di Milano. È stato nel Cda di Cinecittà Holding, del Teatro alla Scala, della Biennale di Venezia, di Mikado Film. Tra le più recenti pubblicazioni: La città creativa. Per una nuova geografia di Milano (Egea, 2005) ed È tutto un altro film (Egea, 2007).

L?arte è sempre stata interprete profonda della realtà. E oggi la forma di espressione artistica per eccellenza, quella più moderna, diffusa e amata, è il cinema. In questo volume, Gianni Canova, uno dei più famosi e rispettati critici cinematografici italiani, e Severino Salvemini, docente di economia alla Bocconi, uniscono le loro competenze per dialogare sui principali e più recenti film sul mondo del lavoro, dell?economia e delle organizzazioni, facendone una metafora per illuminare i problemi e le contraddizioni della società. Il testo raccoglie un?ottantina di dialoghi su altrettanti film, distinguendoli in  imprescindibili (quasi obbligati per il manager e l?economista cinefilo); indispensabili (da vedere per raccogliere stimoli innovativi) e laterali (per i veri curiosi e appassionati). Dalla relazione tra carriera e sentimenti in Cuore sacro di Ferzan Ozpetek alla speranza e visionarietà de La fabbrica di cioccolato di Tim Burton; dai personaggi ambigui e affascinanti del Cacciatore di teste di Costa Gravas al mondo che crolla assieme al lavoro in Giorni e nuvole di Silvio Soldini; dalla spietata crudezza di Gomorra alla frivolezza della moda in Il diavolo veste Prada, fino a opere più recenti ed emblematiche, come la ricostruzione romanzata del crack Parmalat de Il gioiellino, il libro fornisce una chiave di lettura chiara e originale sulle problematiche e le risorse della realtà economica che ci circonda e ci riguarda. Gli autori: Gianni Canova, uno dei più importanti critici cinematografici italiani, è professore ordinario di Storia del cinema nonché preside della Facoltà di Comunicazione, Relazioni pubbliche e Pubblicità presso la Libera Università IULM di Milano. Fondatore del mensile Duel (ora Duellanti), è stato critico cinematografico per la Repubblica, il manifesto, Sette del Corriere della Sera e la Voce di Indro Montanelli. Attualmente è autore e conduttore del programma Il Cinemaniaco su Sky Cinema e titolare della rubrica di cinema su ?Saturno?, inserto culturale de Il Fatto. Autore di numerosi saggi e curatore di grandi mostre multimediali, nel 2010 ha pubblicato il suo primo romanzo (Palpebre, Garzanti) e un saggio sul cinema italiano contemporaneo (Cinemania. 10 anni 10 film: il cinema italiano degli anni zero, Marsilio). Severino Salvemini, economista, è professore di Organizzazione aziendale alla Università Bocconi di Milano. È stato prorettore della Bocconi e presidente della Scuola di Direzione Aziendale dello stesso ateneo. Si occupa di industrie creative e di managerialità nei settori dell?arte e della cultura. Presidente di Telecom Italia Media, è nel consiglio di amministrazione di Lottomatica e Mediacontech e nel Consiglio Scientifico della Triennale di Milano e di Hangar Bicocca di Milano. È stato nel Cda di Cinecittà Holding, del Teatro alla Scala, della Biennale di Venezia, di Mikado Film. Tra le più recenti pubblicazioni: La città creativa. Per una nuova geografia di Milano (Egea, 2005) ed È tutto un altro film (Egea, 2007).

Commenti

Caratteristiche


    • Marchio: Rizzoli Etas
    • Genere e argomento: Management e Strategia
    • Collana: MANAGEMENT
    • Prezzo: 19.00 €
    • Pagine: 256
    • Formato libro: 22 x 14
    • Tipologia: CARTONATO
    • Data di uscita:
    • ISBN carta: 9788817052689

Loading...
corner-top

Dai una tua valutazione

Ti fa sentire:

Condividi su Facebook la tua valutazione

Questo libro mi fa sentire

Lo voglio leggere

Il caso di Harry Quebert

Joel Dicker



Loading...