Rizzoli Libri

Icona Login Accedi

Canne al vento

Grazia Deledda

Bur
Copertina di: Canne al vento

Un podere isolato, una casa in rovina, il legno che si sgretola sotto il sole aspro e forte della Sardegna: la dimora della famiglia Pintor è la migliore metafora della decadenza familiare. Ormai in casa sono rimaste solo le tre dame Ruth, Ester e Noemi, servite dal fedele e anziano Efix. Lia, la sorella minore, è scappata per il continente tanto tempo fa, e Don Zame, patriarca “rosso e violento come il diavolo”, è morto misteriosamente nel tentativo di riportarla a casa. Ma l’equilibrio raggiunto viene turbato dall’arrivo in paese di Giacinto, il figlio di Lia: una visita che è fuga da un delitto e ritorno al passato, a una vita anteriore mai personalmente vissuta. La Sardegna di Grazia Deledda è un luogo archetipo, scenario di passioni ancestrali e di tabù allegorici; una terra di folletti che spaventano e rassicurano, un piccolo mondo dal tempo circolare, in cui niente muore o scompare, ma tutto, prima o poi, ritorna.