Pierluigi Panza



Biografia

(Diamante, 1958) è professore ordinario di Letteratura italiana nell’Università della Calabria. È autore del saggio L’utilità dell’inutile (Bompiani, 2013), tradotto in diciotto lingue. A Giordano Bruno ha dedicato tre libri (tradotti in nove lingue, tra cui cinese, giapponese e russo): La cabala dell’asino (Napoli 19962), La soglia dell’ombra (Venezia 20093) e Contro il Vangelo armato (Milano 20092). Ha pubblicato anche: Teoria del riso e teoria della novella nel Cinquecento (Napoli 20092), Le rendez-vous des savoirs (Paris 20092), Les portraits de Gabriel García Márquez (Paris 2012), Une année avec les classiques (Paris 2015). Fellow dell’Harvard University Center for Italian Renaissance Studies e della Alexander von Humboldt Stiftung, è stato invitato in qualità di Visiting Professor in diversi istituti di ricerca e università negli Stati Uniti (Yale, NYU) e in Europa (EHESS, École Normale Supérieure, Paris-IV Sorbonne, Paris-III Sorbonne-Nouvelle, CESR di Tours, Institut Universitaire de France, Paris-VIII, Warburg Institute, Max Planck di Berlino). È Membro d’Onore dell’Istituto di Filosofia dell’Accademia Russa delle Scienze (2010) e ha ricevuto una laurea honoris causa nell’Universidade Federal do Rio Grande do Sul di Porto Alegre (2012). È stato insignito in Francia delle Palme Accademiche (Chevalier nel 2009 e Commandeur nel 2014) e nel 2012 il Presidente della Repubblica gli ha concesso la Légion d’Honneur. Il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, lo ha nominato nel 2010 Commendatore dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana. In Francia dirige, con Yves Hersant, tre collane di classici (con testo a fronte) presso Les Belles Lettres, in Italia la collana bilingue Classici della letteratura europea presso Bompiani e in Romania la collana bilingue Biblioteca italiana presso l’editore Humanitas. Collabora al “Corriere della Sera” e a “Sette”.

Pierluigi Panza

(Diamante, 1958) è professore ordinario di Letteratura italiana nell’Università della Calabria. È autore del saggio L’utilità dell’inutile (Bompiani, 2013), tradotto in diciotto lingue. A Giordano Bruno ha dedicato tre libri (tradotti in nove lingue, tra cui cinese, giapponese e russo): La cabala dell’asino (Napoli 19962), La soglia dell’ombra (Venezia 20093) e Contro il Vangelo armato (Milano 20092). Ha pubblicato anche: Teoria del riso e teoria della novella nel Cinquecento (Napoli 20092), Le rendez-vous des savoirs (Paris 20092), Les portraits de Gabriel García Márquez (Paris 2012), Une année avec les classiques (Paris 2015). Fellow dell’Harvard University Center for Italian Renaissance Studies e della Alexander von Humboldt Stiftung, è stato invitato in qualità di Visiting Professor in diversi istituti di ricerca e università negli Stati Uniti (Yale, NYU) e in Europa (EHESS, École Normale Supérieure, Paris-IV Sorbonne, Paris-III Sorbonne-Nouvelle, CESR di Tours, Institut Universitaire de France, Paris-VIII, Warburg Institute, Max Planck di Berlino). È Membro d’Onore dell’Istituto di Filosofia dell’Accademia Russa delle Scienze (2010) e ha ricevuto una laurea honoris causa nell’Universidade Federal do Rio Grande do Sul di Porto Alegre (2012). È stato insignito in Francia delle Palme Accademiche (Chevalier nel 2009 e Commandeur nel 2014) e nel 2012 il Presidente della Repubblica gli ha concesso la Légion d’Honneur. Il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, lo ha nominato nel 2010 Commendatore dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana. In Francia dirige, con Yves Hersant, tre collane di classici (con testo a fronte) presso Les Belles Lettres, in Italia la collana bilingue Classici della letteratura europea presso Bompiani e in Romania la collana bilingue Biblioteca italiana presso l’editore Humanitas. Collabora al “Corriere della Sera” e a “Sette”.

    Non sono presenti foto per l'autore.

Non ci sono video da visualizzare.