Rizzoli Libri

Icona Login Accedi

Massimo D’Azeglio

Massimo D’Azeglio
Massimo d’Azeglio 1798 – 1866 Nato da nobile famiglia torinese e avviato malvolentieri alla carriera militare del padre, si dà ben resto a un’esistenza dissoluta. Ma di colpo, nel 1820, cambia vita: abbandona l’esercito e si dedica completamente alla pittura, alla letteratura e alla politica. Diventa presidente del Consiglio nel 1849, in uno dei momenti più drammatici della storia italiana, e vi resta fino al 1852, quando cederà il suo posto a Cavour e si ritirerà a vita privata. La sua storia è narrata ne I miei ricordi, ma la sua opera capitale resta Ettore Fieramosca, con la quale, sono parole sue, intendeva “mettere un po’ di fuoco in corpo agl’italiani”.

Libri Correlati

vedi tutti