Massimo D’Azeglio



Biografia

Massimo d’Azeglio 1798 – 1866

Nato da nobile famiglia torinese e avviato malvolentieri alla carriera militare del padre, si dà ben resto a un’esistenza dissoluta. Ma di colpo, nel 1820, cambia vita: abbandona l’esercito e si dedica completamente alla pittura, alla letteratura e alla politica. Diventa presidente del Consiglio nel 1849, in uno dei momenti più drammatici della storia italiana, e vi resta fino al 1852, quando cederà il suo posto a Cavour e si ritirerà a vita privata. La sua storia è narrata ne I miei ricordi, ma la sua opera capitale resta Ettore Fieramosca, con la quale, sono parole sue, intendeva “mettere un po’ di fuoco in corpo agl’italiani”.

Massimo D'Azeglio

Massimo d’Azeglio 1798 – 1866

Nato da nobile famiglia torinese e avviato malvolentieri alla carriera militare del padre, si dà ben resto a un’esistenza dissoluta. Ma di colpo, nel 1820, cambia vita: abbandona l’esercito e si dedica completamente alla pittura, alla letteratura e alla politica. Diventa presidente del Consiglio nel 1849, in uno dei momenti più drammatici della storia italiana, e vi resta fino al 1852, quando cederà il suo posto a Cavour e si ritirerà a vita privata. La sua storia è narrata ne I miei ricordi, ma la sua opera capitale resta Ettore Fieramosca, con la quale, sono parole sue, intendeva “mettere un po’ di fuoco in corpo agl’italiani”.

    Non sono presenti foto per l'autore.

Non ci sono video da visualizzare.