Ludmilla Ulitskaya



Biografia

Ludmila Ulitskaya è nata nel 1943 nella regione degli Urali, in una famiglia di intellettuali moscoviti sfollati a causa della guerra. È cresciuta a Mosca, dove vive tuttora, e dove si è laureata in genetica all’Università Lomonosov. Cacciata con l’accusa di “diffusione di libri proibiti” dall’Istituto di ricerca genetica, dove lavorava come ricercatrice, è diventata direttrice artistica del Teatro Ebraico e ha cominciato a scrivere racconti, romanzi e pièce teatrali. Le sue prime opere sono state pubblicate da Gallimard, in Francia, e hanno vinto il Premio Medicis nel 1996. Poi è arrivato il successo anche in Russia: più di due milioni di copie vendute, quattordici libri popolarissimi, premi letterari come il Booker Prize Russia, il Premio Nazionale, il Big Book. I suoi romanzi, pubblicati in Italia da e/o, Einaudi e Frassinelli, le hanno assicurato i premi Acerbi, Penne e Grinzane Cavour. È membro del Parlamento culturale europeo ed è considerata tra i maggiori esponenti del romanzo psicologico contemporaneo, erede della grande tradizione dei classici russi. Il romanzo Daniel Stein, traduttore ha vinto il Men Prize in Germania nel 2009.

Ludmilla Ulitskaya

Ludmila Ulitskaya è nata nel 1943 nella regione degli Urali, in una famiglia di intellettuali moscoviti sfollati a causa della guerra. È cresciuta a Mosca, dove vive tuttora, e dove si è laureata in genetica all’Università Lomonosov. Cacciata con l’accusa di “diffusione di libri proibiti” dall’Istituto di ricerca genetica, dove lavorava come ricercatrice, è diventata direttrice artistica del Teatro Ebraico e ha cominciato a scrivere racconti, romanzi e pièce teatrali. Le sue prime opere sono state pubblicate da Gallimard, in Francia, e hanno vinto il Premio Medicis nel 1996. Poi è arrivato il successo anche in Russia: più di due milioni di copie vendute, quattordici libri popolarissimi, premi letterari come il Booker Prize Russia, il Premio Nazionale, il Big Book. I suoi romanzi, pubblicati in Italia da e/o, Einaudi e Frassinelli, le hanno assicurato i premi Acerbi, Penne e Grinzane Cavour. È membro del Parlamento culturale europeo ed è considerata tra i maggiori esponenti del romanzo psicologico contemporaneo, erede della grande tradizione dei classici russi. Il romanzo Daniel Stein, traduttore ha vinto il Men Prize in Germania nel 2009.

    Non sono presenti foto per l'autore.

Non ci sono video da visualizzare.